info@bellero.it +39 0342 380900

BLOG

ASPP
l’addetto al servizio di prevenzione e protezione (aspp)
217 0
A fianco dell'RSPP, l'ASPP: l’Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione
L’Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP) è una figura che affianca il Responsabile (RSPP) dello stesso servizio nello svolgimento delle sue funzioni e la sua presenza all’interno del Servizio di Prevenzione e Protezione. L’incarico ASPP, sotto coordinamento del RSPP, prevede lo svolgimento di una serie di compiti collegati alle attività di prevenzione e protezione dei lavoratori dai rischi
professionali quali:

- ricerca natura dei rischi
- programmazione e organizzazione del lavoro, con attuazione delle misure preventive e protettive
- descrizione degli impianti e dei processi produttivi
- dati e informazioni che riguardano infortuni sul lavoro che comportano l’assenza del lavoratore per almeno un giorno oltre a quello in cui è avvenuto l’evento
- dati e informazioni sulle malattie professionali
- provvedimenti prescritti dagli organi di vigilanza.

Compiti e responsabilità dell’ASPP

L’Addetto al Servizio Prevenzione e Protezione deve provvedere ad individuare i fattori di rischio, valutare i rischi e supportare il RSPP nell’elaborazione del Documento Valutazione Rischi, individuare le misure migliori per garantire sicurezza e salubrità degli ambienti di lavoro, elaborare misure preventive e protettive per quanto di sua competenza le procedure di sicurezza per le differenti attività in azienda, preparare programmi di formazione per i lavoratori, partecipare alle varie riunioni in materia di sicurezza e tutela della salute sul lavoro e procedere ad informare i lavoratori.

L’ASPP può essere interno o esterno all’azienda e il numero degli addetti incaricati a ricoprire questo ruolo può variare a seconda delle dimensioni dell’azienda e deve essere in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria, un attestato di frequenza a specifici corsi di formazione adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative che sia stato rilasciato dopo verifica dell’apprendimento, un attestato di frequenza a specifici corsi di formazione in materia di prevenzione e protezione dei rischi, anche di natura ergonomica e da stress lavoro-correlato, di organizzazione e gestione delle attività tecnico amministrative e di tecniche di comunicazione in azienda e di relazioni sindacali rilasciato dopo verifica dell’apprendimento. Nel caso in cui non fossero presenti in azienda soggetti in possesso dei requisiti poco sopra descritti sarebbe obbligatorio rivolgersi ad un professionista esterno a cui affidare il ruolo di Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione.

Se desideri ulteriori informazioni o chiarimenti, contattaci.
Condividi
Ti potrebbe interessare anche...
Lascia un commento!
*  *  *